Archivio

Archivio Dicembre 2004

UNA CANDELA PER NON DIMENTICARE?.

30 Dicembre 2004 3 commenti


UNA CANDELA PER NON DIMENTICARE?.

Ciao a tutti.
Siamo alle porte del 2005. I nostri animi,per quanto ci si sforza,non saranno sereni al 100%.
Coinvolti tutti dai disastri del mondo,dall?ultimo del 26 e da quelli che si susseguono,mese dopo mese,vedi Iraq,vedi Uruguai?vedi i bambini costretti ad andare in guerra?vedi gli ospedali,colmi di persone che soffrono?

I miei occhi sono alla ricerca di un?isola di pace?ma per quanto mi sforzi,non riesco a trovarla.
Il mio cuore è triste e soffre per questo?
Si è parlato,un po? ovunque, di non far botti domani notte per rispetto di chi soffre e per donare ciò che non viene speso in fuochi a chi soffre!
Io vorrei lanciare un’altra piccola iniziativa
Tutti sappiamo che l?unione del pensiero,nello stesso minuto, manda energia.
Quando,ad esempio il Papa chiede a tutti di pregare in quel preciso momento,non fa altro che unire energie affinché la preghiera sia potenziata.
La candela è un simbolo di pace e amore,la sua fiamma,nella notte,è simbolo di vita?.del raggiungimento della Luce.
Bene allora io,altri amici,conoscenti?.abbiamo deciso di accendere a mezzanotte precisa una candela Bianca e volgere,per un minuto il nostro pensiero a chi soffre.
Tutto ciò non porterà certo nulla nelle loro tasche e non sarà un aiuto concreto ma,per una notte,una notte importante che apre un nuovo anno l?unione,in pace,fra i popoli sarà il simbolo di un mondo che cerca una reale rinascita e,chissà che quell?isola, quell?oasi di pace?non possa emergere un giorno e trovarci tutti FRATELLI!

Riferimenti: UNA CANDELA PER NON DIMENTICARE?.

Qualche ricetta natalizia

15 Dicembre 2004 9 commenti

Carpaccio al Tartufo
INGREDIENTI:
· 250 g di filetto di manzo
· 80 g di parmigiano
· 1 limone (il succo)
· 801 g olio extravergine di oliva
· 60 g tartufo bianco
· sale, pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Tagliate il filetto di manzo in fettine sottilissime, e stendetele sui piatti che porterete in tavola.
Mescolate l’olio, il succo del limone, il sale e il pepe. Usate il composto per condire le fettine di carne.
Cospargete la carne con scagliette di parmigiano e di tartufo
Lasagne al Forno
INGREDIENTI:
· 350 g di lasagne
· 120 g di burro
· 1 cipolla
· 1 carota
· 1 gambo di sedano
· 300 g di polpa di manzo
· 200 g di prosciutto crudo
· 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
· brodo di carne
· besciamella
· 100 g di parmigiano
· sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:
Sbucciate e tritate la cipolla; pulite, lavate e tagliate in pezzi piccoli carota e sedano.
Fate soffriggere le verdure in un tegame con metà del burro, unite il manzo tritato. Fate rosolare il tutto, unite il prosciutto a dadini.
Aggiungete il concetrato di pomodoro diluito con pochissimo brodo.
Aggiungete dell’altro brodo e proseguite la cottura a fuoco basso, aggiustando di sale e pepe.
Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua. Quando bolle, aggiungete il sale e immergetevi le lasagne. Lessatene poche alla volta, una volta al dente disponetele su di un canovaccio da cucina ben pulito.
Imburrate un pirofila da forno con un tocchettino di burro. Ora alternate la lasagne al ragù, la besciamella e il parmigiano grattuggiato. Arrivate all’ultimos trato, completate con altro parmigiano e fiocchetti di burro.
Mettete la pirofila in forno (preriscaldato) a 200° C.
Servite con una bottiglia di vino rosato e fresco
Tortellini di Natale
INGREDIENTI:
· 8 uova
· 600 g di farina
· 300 g di lombo di maiale
· 1 petto di tacchina
· 100 g di mortadella in un unico pezzo
· 100 g prosciutto crudo in un unico pezzo
· 100 g di parmigiano
· burro
· noce moscata
· sale e pepe
· 2 l di brodo.
PREPARAZIONE:
Impastate la farina con 6 uova e un pizzico di sale. Lavorate tutto con energia. Quando l’impasto sarà morbido e liscio, ricavatene una sfoglia sottile. Taglietela in dischetti di 2 cm di diamentro.
Per il ripieno: scaldate in un tegame metà del burro, unitevi il maiale, poca acqua tiepida, un pizzico di sale e lasciate sul fuoco moderato.
Eseguita lo stesso estatto procedimento per il petto di tacchina (burro, acqua tiepida, sale).
Tritate e mescolate il lombo, il petto di tacchina, la mortadella e il prosciutto. Unite le due uova, una piccola noce di burro e 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato. Mescolate con cura e aggiungete un pizzico di noce moscata e pepe appena grattuggiato.
Mettete su ogni dischetto di pasta una nocciolina di ripieno, piegate e premete sui bordi in modo che si attacchino bene l’uno con l’altro. Mettete la pentola sul fuoco con il brodo. Quando bolle, calatevi i tortellini e fateli bollire per 10 minuti.
Servite i Vostri tortellini di Natale conSaltimbocca alla Romana
INGREDIENTI:
· 8 fette sottili di vitello
· 8 fette di prosciutto crudo
· 8 foglie di salvia
· farina di frumento
· burro
· olio extravergine di oliva
PREPARAZIONE:
Preparate gli involtini utilizzando una fettina di carne su cui disporrete una fetta di prosciutto, una foglia di salvia e un’altra fettina di carne. Chiudete l’involtino con uno stuzzicadente.
Infarinate gli involtini e fateli dorare in una casseruola con burro e olio.
Lasciateli sul fuoco 3, 4 minuti e sistemateli in un piatto da portata ben caldo.
Servite con un vino rosso leggero.
un rosato di qualità, ad eseCarciofi tutto pepe
INGREDIENTI:
· 8 carciofi
· 8 cucchiai da tavola d’olio extravergine d’oliva
· 2 chiodi di garofano
· 1 cucchiaio di grani di pepe nero
· sale q.b.
PREPARAZIONE:
Mettete i carciofi puliti nella pentola a pressione, unite tutti i condimenti distribuendone in parti uguali sopra ciascun carciofo.
Aggiungete mezzo bicchiere d’acqua, mettete il coperchio e fate cuocere per circa 30 minuti (se usate una pentola normale calcolate 1 ora a fuoco basso).
Serviteli freddi e sgocciolati su un piatto da portata i cui bordi sono coperti da rametti di prezzemolo fresco.
mpio un Lambrusco.
Insalata di Funghi e Formaggio
INGREDIENTI:
· 300 g di funghi coltivati
· 100 g di fontina
· 1 spicchio d’aglio
· 1 limone (il succo)
· olio extravergine di oliva
· sale
· paprika
PREPARAZIONE:
Lavate, asciugate e tagliuzzate i funghi.
Strofinate l’aglio sui bordi interni di un’insalatiera e versate l’olio, il succo di limone, il sale e un pizzico di paprika. Emulsionate il tutto con una forchetta.
Versatevi i funghi e il formaggio in pezzetti.
Mescolate con cura, e attendete 10 minuti prima di servire.
La decorazione dell’Albero di Natale Materiale: un albero di natale decorazioni di vario tipo (artiginali e non) luci e addobbi Perparazione: Per decorare il tuo albero di natale, segui questi semplici passi e otterrai un magnifico effetto: prima di tutto scegli un motivo ricorrente per le tue decorazioni, o una combinazione di colori; ad esempio, oro e rosso, bianco e blu, argento e azzurro, verde e rosso, ma anche combinazioni meno convenzionali come blu e rosa, giallo e verde. Suddividi le decorazioni più grandi (che andranno in basso) da quelle più piccole (che andranno in alto). Disponi gli addobbi più grandi alla base, come sfere, fiori e fiocchi. Evita di creare geometrie, e fai in modo che il tutto appaia molto naturale e ‘leggero’. Disponi gli addobbi più piccoli nella parte alta, come sfere, angeli e fiocchetti. Non lasciare zone ‘nude’, ricorda quindi di addobbare anche la parte più interna dell’albero e il ‘retro’ in caso l’albero sia accostato ad un muro. Quando tutti gli addobbi sono stati posizionati con gusto, puoi dare un ultimo tocco aggiungendo catenelle dorate e campanellini veri o luci intermittenti.
Sfere da Decorare Materiale: fogli di quotidiani strisce di carta (da regalo, da decoupage, Carta Varese etc…) nastri e passamanerie colla vinilica oppure colla a caldo Perparazione: Come realizzare e decorare le sfere: 1. Per prima cosa appallottolate dei fogli di vecchi giornali, precedentemente ben inzuppati d’acqua. 2. Ad asciugatura avvenuta, scartavetrate leggermente le pallottole di carta per renderle più lisce. 3. Ricopritele poi con strisce di carta (da regalo, da decoupage, Carta Varese per cartonaggio… insomma tutto quel che avete in casa!), nastri e passamanerie. Per incollare questi materiali potete utilizzare la colla vinilica (per le strisce di carta) oppure la colla a caldo o a presa rapida (per i nastri e le passamanerie). Suggerimento: Queste palline possono essere utilizzate sia per decorare il classico abete natalizio sia per realizzare un centrotavola.
Capodanno

La celebrazione dell’anno nuovo è la più antica di cui vi sia traccia. Furono i Babilonesi circa 4000 anni fa a festeggiare per primi il loro capodanno. Intorno all’anno 2000 a.C., l’anno babilonese iniziava in corrispondenza con la prima Luna Nuova dopo l’equinozio di primavera.
L’inizio della primavera era un periodo logico per associarvi l’inizio dell’anno. Dopotutto, la primavera è la stagione della rinascita, della nuova semina, della fioritura. Inoltre, il 1° gennaio non ha alcun significato dal punto di vista dell’agricoltura o astronomico. E’ stata quindi una scelta puramente arbitraria.
Gli antichi romani continuarono a celebrare l’anno nuovo nel tardo marzo, ma il loro canlendario era continuamente ‘manomesso’ dai vari imperatori; si scelse quindi di ‘sincronizzarlo’ con il sole.
Fu Giulio Cesare, nel 46 a.C., a creare quello che ancora oggi è conosciuto come il ‘calendario Giuliano, che stabiliva che l’anno nuovo iniziava il primo gennaio.

Una tradizione del nuovo anno è quella dei ‘propositi per l’anno nuovo’. Anche questa tradizione nasce dai babilonesi: il proposito che èiù spesso facevano era quello di restituire strumenti per l’agricoltura che erano stati prestati loro (!).
Tradizionalmente, l’anno nuovo è simboleggiato dalla figura di un bimbo appena nato. Questa tradizione nasce in Grecia intorno all’anno 600 a.C. Un bambino piccolo era il simbolo dell’annuale rinascita di Dioniso, dio del vino. Questa cerimonia serviva per ottenere fertilità e ricchezza. Una celebrazione simile esisteva anche nell’antico Egitto.

Tradizionalmente, si pensa che ciò che si fa il primo giorno del nuovo anno, incida molto su come sarà l’intero anno. Per questo si festeggia con la propria famiglia, con gli amici, in una nottata all’insegna dell’allegria e del lusso.
Si dice che porti molta fortuna se il primo visitatore di casa vostra nel nuovo anno sia un uomo alto e con i capelli scuri.

La funzione del vischio ci è stata tramandata dai Druidi, che lo ritenevano in grado di scacciare gli spiriti cattivi dalla casa. Per questo ancora oggi si appende a capodanno sulle porte delle nostre abitazioni.

Riferimenti: Qualche ricetta natalizia

I SEGRETI DELLA REGGINA CLEOPATRA

14 Dicembre 2004 2 commenti

PER COSERVARSI BELLE:
Provvedersi ogni mattina di carne di vitello molto fresca e magra,tagliata a sottili strisce si applica la carne la carne giornalmente sulla faccia e sulle altri parti del corpo che si vogliono conservare fresche,lasciandovela per un’ora..

PER CONSERVARE LA PELLE MORBIDA:
L’acqua filtra dal decotto di foglie di citiso,o come suol chiamarsi di majella,si espone all’influenza della luna,di marte o di venerein un vaso scoperto,durante tre o quattro notti,e per 24 ore al sole,aggiungendo poi alcune gocce di latte di mucca o di capra,si lava la faccia e le altri parti del corpo che desideriamo nettare e imbiancare…

UN INFUSIONE PER LA PELLE:
FATTO UN INFUSO DI RAVANO MESCOLARLO CON LATTE E LAVARSI TUTTE LE SERE CON QUESTA SEMPLICE LOZIONE PRIMA DI CORICARSI…

PER ABBELLIRE GLI OCCHI:
LE CIGLIA LUNGHE E FOLTEACCRESCONO LANGUORE E VOLUTTA’ A DUE BEGLI OCCHI,COME SI ACQUISTA QUESTO FASCINO?FACILMENTE.Basta accorciare nei tre quarti di luna crescente le ciglia,adoperando una piccola forbice curva e dopo aver lavato gli occhi con una soluzione borica frizionare le ciglia e l’orlo delle palpebre conn olio di mandorla dolce,presto le ciglia si allungheranno e si moltiplicheranno..
Io questo metodo lo uso anche per farmi crescere i capelli per me sono consigli utili visto che funzionano!!!!
Riferimenti: I SEGRETI DELLA REGGINA CLEOPATRA

un piccolo sfogo

14 Dicembre 2004 3 commenti

perchè!!!!! ma perchè le mie parole sono superficiali per la persona che amo io sarò egoista ma sbagliare è uamano il bello del rapporto penso che sia soprattutto crescere insieme…è vero che vorrei che si viva in un rapporto senza dolori e purtroppo quello che mi circonda in qualche modo rovina quello che vorrei vivere ma se ho deciso di amare perchè non posso farlo liberamente?
Riferimenti: un piccolo sfogo

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

(Vecchio Coyote)

13 Dicembre 2004 6 commenti


Se non lascerai inaridire il tuo cuore, se farai delle piccole gentilezze ai tuoi simili,
essi ti risponderanno con affetto.
Ti doneranno pensieri amichevoli.
Più uomini aiuterai, più saranno i buoni pensieri che ti verranno rivolti.
Il fatto che ci siano degli uomini ben disposti nei tuoi confronti,
vale più d?ogni ricchezza.
(Vecchio Coyote)

Riferimenti: (Vecchio Coyote)

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

VIA…VITA..MIA..

13 Dicembre 2004 1 commento

Ma tutti i sogni svaniscono per me….. non esiste una concretezza che mi possa legare a questa vita terrena…Il mio spirito si sente libero staccato da tutto quello che potrebbe essere uno stato di consapevolezza.. mi sento rinata mi sento un’anima mi sento bene perchè nulla mi puo raggiungere ma solo il mio mondo mi puo completare….
il bello che mi viene da ridere senza dover accontentare nessuno…
il bello e che mi sento soddisfatta perchè mi sento in alto da sola….
e la cosa piu bella e che ho capito una cosa vera la mia VIA…VITA..MIA..

Riferimenti: VIA…VITA..MIA..

Categorie:Argomenti vari Tag:

PENSIERI

13 Dicembre 2004 1 commento

Cavalca!!!!!!! finché puoi??? lasciati guidare dalle grida della natura, lascia che il tuo spirito si possa cosi dissolvere in terre.. come un grande cerchio?.non pensare? posa la mente e sollevati nello splendore che racchiude il tuo io!!!! bomba di energia !!!e calore che ti persuade e ti comanda .leggermente ti accarezza lasciati guardare e apprezzare dal grande padre che ti bacia tutti i giorni e la grande madre che ti accoglie nei tuoi sogni perfidi a volte ma c,è sempre quel cosmo che racchiude i tuoi sogni più veri e nascosti?
Se qualcuno piange soffre la sua anima non è superficiale lui ti ha dato amore e con i suoi gesti ti apprezza ma sa anche odiare e li non esita il disprezzo ma stanne certo che non c?è male solo chi te lo da fa del male??
Occhi del mattino ebbrezza della rugiada cascate in tramonto sorgono dietro il mio destino misterioso un girotondo di anime che si toccano per la prima volta la mano da veri re dignità questo il coraggio chi c?è li che..non esiste ?si chiede il chi?? Dell?anima pesante .,s.grulla il rancore racchiude le tue sofferenze perché sono li ?sono tue e nessuno le può toccare?rifletti ma agisci con il cuore di un bambino appena nato ?????.grida nel silenzio nessuno ti capisce.
Le senti le perle che cadono è buio ma non ci vuole molto a capire che sono perle?..
È magnifico poter racchiudere un mondo di sole anime?

Riferimenti: PENSIERI

Categorie:Argomenti vari Tag:

ASSORBO TUTTO

11 Dicembre 2004 1 commento

ASSORBO TUTTO
non concepisco tutto questo attaccamamento al dolore che mi opprime ti giuro ci son giorni che vorrei scoppiare un accumulare di senzazioni di “schifo” che mi schiacciano…e pensare che c’è gente che ride di questo..,mi rode tanto io non guardo in faccia il materiale ma vivo di emozioni ma a quanto pare ho sbagliato giorno di nascita non ce la faccio piuuuuuuuuuuuuu.
la matttina è un punto di riferimento per la gente uno scorrere di ore determinato da compiti sempre a fine materiale…ma??…come è possibile che non si chiedano cosa veramente e dove veramente dovevano essere..cos’è una cultura?
bha sicuramente non mi interessa parlare di medie perchè non devo esprimere nessun concetto che posssa influenzare…comunque io mi sento libera ma con le ali tappate vorrei volare via e guardare tutto dall’alto ma per il momento mi ritrovo solo con pensieri confusi se vogliamo ma mi fanno sentire piu sicura l’unica cosa che mi dovrei ancora sgrullare da dosso è la sensibilita che mi tiene ancora terra odioooo………………….sgrullano i pensieri sorvolano vorrei esprimemermi ma non mi sento il dovere perchè non c’è niente che puo raggiungermi…è strano si ma perchè? non esistono certezze ma se vogliamo possiamo rendere cio che è nostro in certezza basta non porre limiti a quello che viviamo perchè tutti ti soffocano basta crearsi pure immaginaria un posto solo tuo che ti fa crescere inventare e riflettere dove entri in contatto con il tuo io e li non c’è cervello e mente al comando ma solo il cuore….una domanda che non mi spiego è perchè la gente si sente di comandare se poi è la prima a fare del male? perchè sfruttiamo al massimo l’unica magia che ci circonda e ci fa provare i brividi di una vera emozione perchè si danno compiti di distruzione verso gli altri cos’è uno stato perchè ci sentiamo anzi si sentono piu piccoli da questa istituzione…la risposta io me la sono data e sono uscita da questa realta che si sono tutti creati es:.in famiglia oggi si vedono i genitori che vanno a lavorare e si fanno fieri perche possono regalare giochi hai bambini e rendono felici le mogli perchè si sentono uomini solo sul fatto perchè mantengono e loro secondo me tutta la gentre che entra in questo quadro non ci capisce nulla…vista cosi passa ma poi dopo si lamentano sul fatto che sono stanchi oddio di qua de la su e giu…e li c’è una mancanza di rispetto verso il proprio io enorme perche dico questo perchè non vivono nel giusto come credono…punti di vista poi ma il fatto è cmq svegliarsi la mattina ed essere fieri per quello che abbiamo fatto e che facciamo ma non di imposto da qualcono ma per chi ci sentiamo solo noi di essere è quella forza di vivere è quello staccamento da tutti ma che ti far star bene il poterti consolare il poter dire mi sento fiero oggi perchè è bello per me cosi e arrivare a fare un resoconto della giornata con il sorriso ancora in bocca per poterlo raccontare…riotornando al discorsso di prima i genitori che lavoro quanto si godono quelle emozioni che hanno provato la prima volta quando hanno voluto creare una famiglia?
Riferimenti: ASSORBO TUTTO

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

OROSCOPO

11 Dicembre 2004 2 commenti

PESCi
La frase chiave è: “Io credo”.
Giove e Nettuno sono i pianeti dominanti, l’elemento è l’acqua, la qualità è mutevole. Il Sole transita nei Pesci approssimativamente dal 20 Febbraio al 19 Marzo .
I Pesci sono persone molto sensibili ed emotive; talvolta possono essere influenzati dagli amici e dall’ambiente sia in modo positivo che negativo.
Poiché sono molto comprensivi, credono nella bontà del prossimo e sono predisposti alla dedizione e al sacrificio.
Non sono dei competitivi, preferiscono le attività artistiche, in quanto hanno un potenziale creativo molto elevato e sono molto intuitivi.
Sono vulnerabili, mancano di meccanismi di autodifesa e sono emotivamente instabili. Per questo motivo hanno bisogno di essere circondati dalla bontà e dalla comprensione. Possono soffrire di disturbi ai piedi e malesseri collegati all’emotività.
Rappresentanti importanti di questo segno:
Albert Einstein, Michelangelo, Arthur Schopenhauer, Ornella Muti, Sharon Stone, Cindy Crawford.
Colore da portare: verde mare, che regala quiete ai nervi affaticati di questo segno, turchese.
Pietra portafuna: l’ametista, perché tutela da ogni sorta di ubriachezza (i Pesci non reggono molto bene l’alcool), o acquamarina.
Metallo: lo stagno.
Giorno favorevole: il giovedì.

Riferimenti: OROSCOPO

Categorie:Argomenti vari Tag: