Archivio

Post Taggati ‘saluto’

Un caloroso saluto a tutti!!!

14 Dicembre 2006 Commenti chiusi


Mi dispiace di non postare più come prima ma sono sommersa dal lavoro!!!Voglio ritornare a volte a quando ero più piccina per farmi confortare dai miei parenti ma il tempo va avanti e questo non mi è più possibile ma porto avanti il loro ricordo con amore!!!Ora sto rincorrendo un po’ di giorni persi ma non voglio più mancare per salutarvi!!!Perchè chiunque a un dono dentro e qualcuno ancora lo deve scoprire…mi è arrivato un sms che gira ma è troppo bello e ve lo volevo scrivere:
Ci sono circa 20 angeli,10 stanno facendo un sonnellino nella loro nuvoletta,9 giocano contenti,e uno sta leggendo questo sms.Ti voglio bene!Manda questo smsca 10 amici a cui vuoi bene..anche a me se me ne vuoi…se te ne tornano indietro 5,domani una persona che ami ti farà una sorpresa!!!!
Smakkkk

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Un saluto ad Alberto Castagna!!!!

2 Marzo 2005 15 commenti


Morto improvvisamente a Roma il popolare presentatore Alberto Castagna
E? morto Alberto Castagna. Aveva 60 anni. Si è spento nella sua abitazione romana, a causa di una emorragia interna. Castagna era nato a Castiglion Fiorentino nel 1945 e alcuni anni fa era stato sottoposto ad un intervento chirurgico per un problema all?aorta, dal quale si era ripreso dopo una lunga convalescenza. Stava conducendo in queste settimane su Retequattro l’edizione 2005 di “Stranamore”, il programma che in passato gli aveva dato una straordinaria popolarità. Prima di passare a Mediaset aveva lavorato sulle Reti Rai. Giornalista del Tg2, aveva abbandonato la carriera di cronista per dedicarsi a quella di presentatore e showman.

Con immenso dispiacere ho sentito questa notizia e volevo dedicargli questo blog ad un uomo che con il suo cuore ci ha regalato mille emozioni!!!
Devo ammetere che mi mancherà!

Il dolore di Francesca Rettondini: “Non può essere vero”

Francesca Rettondini, l’amore di una vita, piange il suo Alberto. E Pasquale Romano, cognato, collega e amico, pensa alla nipote. “Ora bisogna stare vicino a Carolina”

2/3/2005

Di Cinzia Marongiu e Stefania Zizzari
Francesca piange. Ha appena saputo che il suo Alberto non c’è più. “Non posso crederci. Non riesco a rendermene conto. Mi mancano le forze”. E ripete come una nenia dolente: ³Non è vero. Non è vero”. Una grande storia d’amore, quella tra Francesca Rettondini e Alberto Castagna. Scandalosa, come lo sono quelle fuori da un matrimonio. Passionale, come hanno testimoniato tante fotografie di loro due abbracciati stretti. Presi, lasciati, e ancora insieme, in un amore che non ha mai avuto una vera fine. E ora? “Avrei voluto dirgli tante cose. Con il senno di poi tutto sembra diverso”. Francesca e Alberto non si vedevano da qualche tempo, anche se continuavano a sapere tutto l’uno dell¹altro. “Mio cugino era sempre insieme ad Alberto”. Francesca è nella sua casa di Roma circondata dagli affetti più cari. “Siamo tutti qui, amici, fratelli, confidenti. E’ stato un colpo improvviso. Certo, Alberto bene non stava. Era un uomo provato. Ogni piccola fatica aveva su di lui un effetto maggiore. Ma lui era così profondamente attaccato alla vita che ancora non riesco a credere che non ce l’abbia fatta anche questa volta”. Una reazione quella dell¹incredulità che la accomuna a Pasquale Romano, cognato, amico e collega del conduttore appena scomparso. “Alberto stava bene. E¹ stata una cosa improvvisa. Che cosa posso dire?”. Pasquale Romano parla più che altro a se stesso e cerca di ragionare a voce alta. Il dolore è troppo forte perché “con Alberto eravamo molto legati. Era mio cognato, il padre di mia nipote, ma era anche un amico con cui ho condiviso tante esperienze professionali”. L’autore di tanti programmi televisivi di successo, da ³Stranamore² ad “Al posto tuo”, fino ad “Affari tuoi”, non riesce a capacitarsi dell’accaduto. “Ci siamo sempre sentiti. Anche nei giorni scorsi”. Fratello dell’ex moglie di Castagna, Pucci Romano, Pasquale si ripromette: “Ora bisogna pensare a Carolina. Bisogna stare vicini a lei”, dice con il pensiero rivolto alla nipote di 12 anni. Infine, un ultimo ricordo del dottor Stranamore: “Mi ha sempre colpito la sua generosità. Enorme, incredibile”.

Un saluto!

16 Febbraio 2005 21 commenti


Buona serata a tutti ora mi quardo i leoncini!!!!

Categorie:Argomenti vari Tag: